Non tutti i bastardi sono di Vienna

$21.90 $16.99

In stock

Product Description

Orgoglio, patriottismo, odio, amore: passioni pure e antiche si mescolano e si scontrano tra loro, intorbidate più che raffrenate dal senso, anch’esso antico, di reticenza e onore. Villa Spada, dimora signorile di un paesino a pochi chilometri dal Piave, nei giorni compresi tra il 9 novembre 1917 e il 30 ottobre 1918: siamo nell’area geografica e nell’arco temporale della disfatta di Caporetto e della conquista austriaca. Nella villa vivono i signori: il nonno Guglielmo Spada, un originale, e la nonna Nancy, colta e ardita; la zia Maria, che tiene in pugno l’andamento della casa; il giovane Paolo, diciassettenne, orfano, nel pieno dei furori dell’età; la giovane Giulia, procace e un po’ folle, con la sua chioma fiammeggiante. E si muove in faccende la servitù: la cuoca Teresa, dura come legno di bosso e di saggezza stagionata; la figlia stolta Loretta, e il gigantesco custode Renato, da poco venuto alla villa. La storia, che il giovane Paolo racconta, inizia con l’insediamento nella grande casa del comando militare nemico. Un crudo episodio di violenza su fanciulle contadine e di dileggio del parroco del villaggio, accende il desiderio di rivalsa. Un conflitto in cui tutto si perde, una cospirazione patriottica in cui si insinua lo scontro di psicologie, reso degno o misero dall’impossibilità di perdonare, e di separare amore e odio, rispetto e vittoria.

——

Andrea Molesini’s exquisite debut novel—winner of the prestigious Campiello Prize—portrays the depths of heroism and horror within a Northern Italian village toward the end of the Great War. While a family’s villa is requisitioned by enemy troops, they are forced to intimately confront war’s injustice as their involvement with its sinister underpinnings grows more and more complex.

In the autumn of 1917, Refrontolo—a small community north of Venice—is invaded by Austrian soldiers as the Italian army is pushed to the Piave river. The Spada family owns the largest estate in the area, where orphaned seventeen-year-old Paolo lives with his eccentric grandparents, headstrong aunt, and a loyal staff. With the battlefront nearby, the Spada home become a bastion of resistance, both clashing and cooperating with the military members imposing on their household. When Paolo is recruited to help with a covert operation, his life is put in irrevocable jeopardy. As he bears witness to violence and hostility between enemies, he grows to understand the value of courage, dignity, family bonds, and patriotism during wartime.

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Non tutti i bastardi sono di Vienna”